Gli avvisi dalla Farnesina

avvisi della Farnesina

Notizie e ultimi avvisi dal Ministero degli Esteri italiano.

Continua la nostra rubrica dedicata agli avvisi della Farnesina pubblicati sul sito ufficiale Viaggiaresicuri. Ogni 15 giorni raccoglieremo avvisi e aggiornamenti sulla situazione nei paesi a più forte vocazione turistica.

Vediamo oggi quali sono gli stati interessati.

Israele e Territori palestinesi

Continua lo scontro tra Israele e Palestina, dove vittime e feriti vanno ogni giorno aumentando sempre più.  La Farnesina sconsiglia di spostarsi nell’area, soprattutto dopo il tramonto, se non strettamente necessario. Nella zona di Gerusalemme c’è il rischio di essere colpiti da razzi provenienti dalla Striscia di Gaza. Per chi si trova già sul territorio è bene che si metta in collegamento con il Consolato Generale d’Italia a Gerusalemme e che conosca la posizione di rifugi anti-missili e delle zone protette.

Inoltre è necessario:

– evitare di entrare nella Striscia di Gaza e spostamenti nel raggio di almeno 40 km da essa;

– uscire immediatamente e rimanere in contatto costante con il Consolato Generale italiano a Gerusalemme.

Per maggiori dettagli andate alla pagina dedicata agli avvisi dei Territori palestinesi.

Norvegia

Sembra che ci sia la possibilità di azioni terroristiche nel paese della Penisola Scandinava. A questo proposito potrebbero intensificarsi i controlli soprattutto nelle zone di frontiera. Il consiglio è di portare sempre con sé i propri documenti, nell’eventualità che la polizia locale vi fermi per effettuare dei controlli.

Cina

Per tutti coloro che si recheranno in Cina in questo periodo sappiate che i voli dai principali aeroporti, ma anche dagli scali minori, potrebbero subire ritardi e cancellazioni. Questo per via della concentrazione delle polveri sottili nell’area, che viene favorita dalla mancanza di vento e dalla bassa pressione. Si potrà raggiungere una riduzione del 25% del traffico giornaliero totale. Per lo stesso motivo si raccomanda di prendere delle precauzioni evitando di esporsi troppo all’aperto.

Particolare attenzione per chi si recherà a Urumqi. Il capoluogo della regione dello Xinjiang è stata teatro di due attentati terroristici in aprile e in maggio. Lo stesso vale per la stazione ferroviaria di Kunming (Yunnan) che ha subito un attentato a marzo scorso.

In alcuni periodi in Tibet è possibile subire ritardi, restrizioni o sospensioni nel rilascio dei permessi d’ingresso. Affidatevi al vostro agente di viaggio per avere maggiori dettagli.

Portogallo

A causa di un aumento del numero di furti e borseggiamenti a danno dei turisti nelle zone maggiormente frequentate, si consiglia di portare con sé soltanto delle copie dei documenti di identità o dei passaporti, lasciando gli originali in hotel.

***

Si consiglia sempre di visitare il sito ufficiale Viaggiare sicuri del Ministero degli Esteri per ulteriori informazioni e dettagli.

Turismo e tecnologia, due passioni che mi accompagnano da sempre. Per saperne di più su di me, clicca sulle icone qui sotto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: