Entra con Google nei siti turistici italiani

Google Special Collection Italia

I virtual tour di musei e siti italiani su Google Street View.

Il Garante per la tutela della privacy ha dato finalmente il suo benestare. Su Google Street View avremo nei prossimi mesi la possibilità di entrare all’interno di ambienti, che non è possibile raggiungere con la Google Car. Stiamo parlando di musei, spiagge, siti archeologici e molto altro ancora.

Per poter registrare le immagini Google dovrà attenersi alle regole imposte dal Garante per tutelare la privacy dei visitatori.

Google dovrà pubblicare sul sito in lingua italiana i luoghi di ripresa nei 3 giorni antecedenti l’inizio dei lavori. Informazioni più dettagliate dovranno apparire almeno 7 giorni prima sui siti web, newsletters o altro materiale degli enti coinvolti. Google dovrà accertarsi che vengano affissi cartelli all’ingresso di siti ad accesso controllato, i quali avvisino delle riprese.

Via libera dal Garante, che ha rafforzato le tutele proposte dal colosso di Mountain View in California. Queste prevedevano soltanto riprese durante gli orari di chiusura al pubblico, l’oscuramento delle targhe dei veicoli ripresi e di scegliere orari di minor affollamento in caso di siti ad ingresso libero.

Prima di partire tutti a navigare su Street View per capire se il posto che visiteremo fa al caso nostro oppure no. Quanto risparmio di denaro otterremo facendo, prima di essere lì fisicamente, una capatina in luoghi a cui si può accedere solo pagando il biglietto?

Google sta entrando sempre più profondamente nelle nostre vite e di conseguenza può influenzare le nostre scelte di viaggio.

Voi cosa fate prima di intraprendere un viaggio? Guardate Street View?

 

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: