Tariffe cellulari in Europa a basso costo

Stop al roaming in Europa

Dallo scorso 30 aprile è finalmente possibile effettuare e ricevere telefonate nei paesi dell’Unione Europea, in Svizzera, Norvegia e Islanda a tariffe vantaggiose.

A chi non è mai capitato di trovarsi in Europa e di cercare disperatamente una rete wi-fi funzionante e gratuita per potersi mettere in contatto con parenti ed amici o magari semplicemente per inviare una foto o un messaggio via Whatsapp?

Questo succedeva perché, anche con particolari opzioni al nostro piano di telefonia mobile, i costi da sostenere rimanevano comunque alti, sia per chi la telefonata la faceva sia per chi la riceveva. Per non parlare poi del traffico internet spesso proibitivo.

Per fortuna, però, in seguito ad un accordo siglato il 30 giugno 2015 tra la Commissione Europea e il Parlamento ed il Consiglio dell’Unione Europea, sono state fissate delle nuove tariffe per i cellulari in roaming sia per telefonate sia per il traffico internet.

Che cos’è il roaming? In sostanza è la capacità di dispositivi mobili, quali smartphone e tablet, di connettersi ad una rete differente rispetto a quella del proprio operatore. In genere si consiglia sempre la disattivazione perché il roaming prevede costi aggiuntivi rispetto al proprio piano tariffario. Quando si valica il confine italiano il roaming è facilmente individuabile dal cambio di operatore indicato sul nostro dispositivo, che varia a seconda dell’operatore con cui abbiamo la scheda sim in Italia.

Le nuove tariffe roaming in Europa prevedono, oltre al normale costo di una chiamata nazionale:

  • 0,05 centesimi in più al minuto per le chiamate voce in uscita
  • 0,01 centesimo per quelle in entrata (cioè quando siamo noi a ricevere una telefonata dall’Italia)
  • 0,02 centesimi per ogni SMS
  • 0,05 centesimi per ogni megabyte di connessione internet.

Tutti i prezzi elencati sono comunque da intendersi iva esclusa.

Per evitare però che qualcuno si approfitti della situazione la Commissione Europea ha imposto il divieto di utilizzare sim provenienti da altri Paesi dell’Unione e che potrebbero con il loro utilizzo permettere di usufruire di tariffe più basse del proprio Paese di residenza.

One Comment

  • […] Dopo aver deciso cosa fare e dove andare, dovrai sapere come arrivarci. A questo proposito vengono in aiuto l’immancabile Google Maps e ForeverMap, entrambe App che ti permettono di scaricare la mappa del luogo di destinazione del tuo viaggio. In questa maniera potrai scoprire il percorso migliore per raggiungere le tue mete senza la necessità di utilizzare connessione Internet e senza pagare i costi di roaming dati. […]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: