aereo atterraggio

Un unico prezzo per viaggiare quanto vuoi

Ti presentiamo la novità “All you can fly


Settembre, mese di buoni propositi e in generale mese che segna drasticamente il duro ritorno alla realtà della vita quotidiana. E se io invece ti dicessi che le vacanze potrebbero non essere ancora finite?

Immagino conoscerai già la formula “All you can eat“, che va tanto di moda soprattutto nei ristoranti che propongono cucina giapponese e cinese. Consiste nel pagare un prezzo fisso e mangiare tutto ciò che si desidera senza limiti di quantità. E se fosse possibile applicare la stessa formula ai voli?

È nato, infatti, “All you can fly” e la regola é molto semplice: ci si abbona al servizio messo a disposizione dalla compagnia aerea, pagando una quota mensile o annuale, e si usufruisce di un numero illimitato di voli al mese.

Si può scegliere di volare con i classici aerei o di condividere jet privati con altre persone o addirittura viaggiare da soli, da veri “magnati”, ma a prezzi decisamente più contenuti. Esistono poi i voli shuttle, che mettono in connessione città in genere mal collegate dalle big con orari e frequenze elevate, proprio come un qualsiasi servizio bus.

I prezzi, per quanto contenuti rispetto al servizio offerto, non sono certo una sciocchezza. La Surf Air, ad esempio, chiede 1.000 dollari d’iscrizione e poco meno di 2.000 dollari al mese per volare senza limiti. Non a caso l’85% dei clienti sono businessman.

Questo é senz’altro un inizio e chissà che tra qualche anno il servizio non diventi accessibile a tutti.

Ilaria Di Giuseppe

Consulente scientifico-nutrizionale. Da sempre appassionata di scrittura e viaggi. Due frasi che mi rappresentano?

" Per aspera sic itur ad astra " [L.A. Seneca]
" Bisogna avere ancora un caos dentro di sé per partorire una stella danzante " [F. Nietzsche]

Rispondi