Treni Alta Velocità nel mondo

Treni ad alta velocità: Belgrado-Budapest e Gerusalemme-Tel Aviv

Al via la costruzione della rete ferroviaria


Recentemente sono stati avviati due progetti per la costruzione di una rete ferroviaria che supporti i treni ad alta velocità. Uno prevede il collegamento Belgrado (Serbia) – Budapest (Ungheria) e il secondo il collegamento di Gerusalemme a Tel Aviv (Israele).

Una novità interessante per chi vuole conoscere una meta insolita come la Serbia o per chi sta progettando di visitare Israele e preferisce viaggiare via terra.

Belgrado – Budapest

 

Il progetto di collegare Belgrado a Budapest ha visto un incontro iniziale assieme a Macedonia e Grecia, in quanto il collegamento ad alta velocità si potrebbe estendere a questi due paesi. Durante l’incontro avvenuto a dicembre 2014 è stato firmato un accordo e oggi il progetto prende vita.

Il treno ad alta velocità viaggerà a 200 km/h, riducendo le 8 ore di viaggio a solamente 2h40.

Durante il summit tra gli stati sono state discusse tutte le modalità tecniche e tecnologiche per rendere possibile l’infrastruttura. Il progetto è largamente finanziato da capitali cinesi e senza dubbio favorirà l’economia e l’industria serba e ungherese creando nuovi posti di lavoro, nonché offrirà un modo alternativo di visitare l’est europeo.

Gerusalemme – Tel Aviv

 

La seconda ferrovia ad alta velocità è quella che faciliterà lo spostamento tra Gerusalemme e Tel Aviv. Due città, due mondi separati, che si stanno avvicinando grazie a questo progetto. Nonostante le numerose problematiche sollevate per quanto riguarda l’espropriazione delle terre necessarie alla costruzione delle strutture, a marzo 2018 la nuova ferrovia diventerà realtà.

Questa permetterà di spostarsi da una città all’altra alla velocità di circa 160km/h in soli 30 minuti, riducendo nettamente i tempi di percorrenza attuali che sfiorano le 2 ore. I treni a due piani che serviranno la tratta trasporteranno circa 1700 passeggeri lungo le ripide colline israeliane e attraverso gallerie avveniristiche e ponti sospesi. Si calcolano 10 milioni di viaggiatori all’anno, grazie alle frequenti partenze giornaliere (4 partenze all’ora).

Alessia Pellonara

Viaggio, leggo, scopro. Curiosa per natura, sto studiando turismo per scoprire cosa mi nasconde questo mondo grande e meraviglioso.
"Non viaggiamo per fuggire dalla vita, ma viaggiamo perché la vita non ci sfugga."

Rispondi