Da dicembre Italo ferma a Rovigo

Rovigo

Una nuova stazione per Italo Treno

 

Italo Treno aggiunge un’altra fermata ad alta velocità. Dal mese di dicembre Rovigo entra tra le destinazioni Italo con 4 corse giornaliere.

I 4 collegamenti daranno la possibilità di partire dalla città di Rovigo o di raggiungerla con un treno ad alta velocità. Grazie a Italo Treno la città veneta sarà collegata con le più importanti città di Italia, allo stesso modo di Venezia e Padova.

Questa è una delle novità che Italo Treno ha in serbo per noi per la stagione invernale. Con l’integrazione di 12 nuovi treni (Italo EVO) la compagnia ferroviaria aggiungerà nuove destinazioni e nuove frequenze nei collegamenti. La prima ad essere stata annunciata è proprio l’inserimento nella rete Italo della stazione di Rovigo.

Italo treno
Italo Treno fermerà a Rovigo dal 10 dicembre

La città veneta sarà collegata a partire dal 10 dicembre alle stazioni di Venezia Santa Lucia, Venezia Mestre, Padova, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Roma Termini, Roma Tiburtina e Napoli Centrale. Si partirà la mattina alle ore 10.47 direzione Roma e si rientrerà dalla capitale alle ore 19.47. Sempre da Roma Italo Treno partirà alle 16.15 raggiungendo Rovigo alle ore 19.12. Il collegamento con il Sud partirà da Napoli Centrale alle ore 7.50 e arriverà a Rovigo alle ore 12.12.

Abbiamo provato a fare un ricerca sul sito ufficiale di Italo Treno e al momento le tariffe in ambiente Smart partono da 29,90 € a persona da Roma Termini e da 39,90 € da Napoli Centrale.

Italo Treno colma il vuoto di Trenitalia. Attualmente, per raggiungere la città di Rovigo con un collegamento diretto, Trenitalia mette a disposizione il Freccia Bianca, mentre per chi vuole viaggiare in alta velocità è costretto a raggiungere prima la stazione di Bologna Centrale.

Potrai così visitare Rovigo, una destinazione un po’ fuori della rotte classiche, ma che saprà stupirti. La città rappresenta il centro del Polesine, una zona legata da secoli all’acqua. Una chicca da non perdere è il Museo dei Grandi Fiumi, per conoscere la vita dei contadini sospesa tra terra e acqua.

Turismo e tecnologia, due passioni che mi accompagnano da sempre. Per saperne di più su di me, clicca sulle icone qui sotto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: