L’Abruzzo e la sicurezza sulle piste da neve

Sciare in Abruzzo

Piste da neve in Abruzzo simbolo di sicurezza grazie alla tecnologia.

In Abruzzo gli amanti dello sci potranno godersi le piste innevate in completa sicurezza grazie al progetto S.A.E. (Sicurezza Ambiente Energia) che ha visto la collaborazione delle aziende Sifatt, Monte Pratello e Pizzalto per la sua realizzazione. Il progetto ha avuto una durata di 2 anni coinvolgendo oltre 20 esperti di tecnologie.

Il progetto S.A.E., finanziato con le risorse del Por Fesr Abruzzo 2007-2013 e costato 750.000 €, ha prodotto come risultato un sistema che monitora il rischio valanghe e, se necessario, avvia attraverso un software le procedure di controllo, tra cui la chiusura delle piste. A questo si aggiungono barriere fermaneve, che evitano il generarsi delle valanghe. Lo studio ha visto il supporto del consorzio Montagna Amica, della società Altevie e della Facoltà di ingegneria dell’Università dell’Aquila.

È stata presa in considerazione l‘accessibilità con l’adozione di sedie a ruote tecnologiche gestite attraverso un tablet e di dispositivi di guida vocali per gli ipovedenti. Per quanto riguarda l’ecosostenibilità la ricerca ha individuato delle soluzioni che faranno risparmiare più di 500.000 € annui, grazie al raggiungimento di elevati standard di qualità.

Un progetto che parte da Roccaraso, famosa località montana dell’Abruzzo, e che ambisce ad essere replicato in altri comprensori dell’Appennino, favorendo così la trasformazione in eccellenza turistica della montagna abruzzese. Il sistema è stato già testato nel territorio regionale e attende solo di essere esportato.

Non resta che partire per andare a sciare in Abruzzo.

 

Sono laureata in Economia del Turismo, lavoro nel turismo dal 2008 e ho ricoperto diversi ruoli. Nel 2012 ho fondato Le tue notizie di viaggio per aiutare i viaggiatori a spostarsi nel mondo in sicurezza e consapevolmente. Se vuoi saperne di più su di me clicca le icone qui sotto o visita il mio sito personale.

Condividi con chi vuoi tu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *