martedì, Novembre 19

Cabin bus: viaggiare e dormire in pullman

Cabin bus Stati Uniti

Nuovi pullman a 5 stelle per dormire viaggiando


Dopo i capsule hotel arrivano i cabin bus, ovvero pullman con spazi dove dormire distesi durante gli spostamenti.

L’azienda americana Cabin, conosciuta in precedenza con il nome di Sleepbus, introdurrà sul mercato a fine luglio cabin bus a 5 stelle, che viaggiano sulla tratta San Francisco – Los Angeles partendo da entrambe le località alle 23.00 e arrivando a destinazione alle 7.00 del giorno dopo. Una distanza di 650 km da coprire comodamente distesi su di un letto.

Sono stati utilizzati autobus a due piani che arrivano ad accogliere fino a 24 passeggeri. Ogni passeggero ha a disposizione la sua cabina con letto, comodino, aria condizionata, finestra, Wi-Fi, presa elettrica. All’interno della cabina il passeggero troverà inoltre un paio di calzini, una bottiglia d’acqua, tappi per le orecchie. Oltre alle cabine, sugli autobus è presente un’area lounge e bagni condivisi.

Come ogni hotel che si rispetti, si può richiedere il servizio in camera grazie al personale disponibile in ogni momento e il late check-out fino, però, alle ore 9.00.

La tariffa per viaggiare su questi moving hotel è di 115,00 $ a tratta. In effetti non è poi così economico, ma come dice Tom Currier, CEO di Cabin, questi autobus rendono meno stressante l’esperienza di viaggio e risparmiando il tempo dedicato al transito.

In base alle richieste, Cabin cercherà di ampliare la sua rete di collegamenti. Infatti sono già previste in futuro altre località come New York e Boston.

Per ulteriori informazioni guarda il sito ufficiale.

Guarda un po' qui...


Ti piace? Condividilo!

2 Comments

  • manuela

    sono un accompagnatrice turistica e in termini di sicurezza se noleggio un van in USA cosa devo verificare, x essere certa che il van sia a norma? ad es, in ITALIA, deve esserci estintore, cassetta pronto soccorso etcc.
    Dove posso trovare questa info?
    Grazie mille
    Manuela

    • Ciao Manuela,
      grazie di aver lasciato un commento qui.
      Credo tu possa trovare questa informazione sul sito dei trasporti statunitense. In base poi all’itinerario che farai dovrai controllare che per ogni singolo Stato non cambino le regole.
      Spero di esserti stata utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *