5 consigli per viaggi lunghi in macchina con bambini

Bambini Viaggi In Auto

Viaggiare in auto con bambini sarà un piacere!

 

La data delle vacanze si avvicina sempre di più e molti partiranno in auto per raggiungere la propria destinazione. Tra questi ci saranno sicuramente tante famiglie in viaggio che dovranno fare i conti con bambini, piccoli o grandi che siano, e con lunghi viaggi in macchina che mettono a dura prova anche gli adulti.

In questo nuovo articolo della rubrica “Viaggiare con bambini” ti dò alcuni consigli per affrontare il tuo viaggio senza rischiare di doverti pentire di aver scelto di trascorrere le vacanze a centinaia di chilometri di distanza da casa.

1) Abitua il bambino ai viaggi in auto

I bambini si annoiano facilmente se non hanno granché da fare e una macchina non concede molta libertà di movimento. Ancora di più se il bambino soffre di mal d’auto e ogni movimento potrebbe essergli fatale. Se non vuoi che il tuo viaggio sia fonte di stress e frustrazione, è bene prepararsi per tempo e iniziare a far abituare il bambino a qualche piccolo viaggio in auto.

Ad esempio potresti organizzare un weekend in Italia prima che arrivi l’estate, scegliendo tra le destinazioni che non siano proprio così vicine alla tua città. Puoi seguire i nostri consigli su cosa vedere in Umbria con i bambini e su cosa visitare in Emilia-Romagna con i bambini. Inizierai così a capire quali escamotage funzionano per tenere il tuo bambino tranquillo.

L’importante è che tu non ti arrenda alla prima difficoltà e che abitui il bambino a trascorrere lunghi tempi sul sedile dell’auto, scegliendo giochi e attività che magari a casa non è possibile fare.

2) Programma l’itinerario in anticipo

Se quando eravate in due bastava una valigia nel bagagliaio e il pieno nel serbatoio per affrontare lunghi viaggi, ora che siete in 3 o addirittura in 4 le cose sono cambiate. La voglia di arrivare il più in fretta a destinazione è una grande nemica quando si fanno viaggi lunghi in macchina con i bambini. I più piccoli hanno bisogno di qualche pausa lungo il tragitto, anche solo per distrarsi un po’. Allora prima di partire controlla bene l’itinerario e programma delle fermate, magari potrebbe essere una buona occasione per conoscere nuovi posti o semplicemente per non arrivare distrutti a destinazione.

3) Pensa ad un kit da viaggio

I bambini amano portarsi i loro giochi ovunque e allora perché non preparare il “kit da viaggio” facendo scegliere proprio a loro cosa portare con sé?! Matite colorate, fogli di carta, macchinine o bambole, libricini da usare per trascorrere il tempo in modo spensierato senza accorgersi troppo delle ore che passano. Il contenuto del kit varierà ovviamente a seconda dell’età del bambino. Potrai mettere nel suo kit degli spuntini, come succhi di frutta e biscotti, acquistandoli assieme al supermercato e concedendogli qualcosa di sfizioso in occasione del viaggio.

4) Scegli la colonna sonora

La musica è un passatempo ideale quando si organizzano viaggi lunghi in macchina con i bambini. Cantare a squarciagola le canzoni manterrà sicuramente il buonumore di tutti. Puoi scegliere tra le colonne sonore dei cartoni animati o dei film di animazione, le canzoni dello Zecchino d’Oro o i tormentoni dell’anno. Perché non pensare a delle audio-storie? Ce ne sono tante in commercio e potrete sceglierle prima di partire. Pensi di non farcela a reggere canzoncine di cartoni per tutto il viaggio? Nelle settimane che precedono la partenza prova a fargli ascoltare la musica che piace anche te e se trovi qualcosa di suo gradimento, è fatta!

5) Prepara dei giochi da fare in viaggio

A volte ci manca davvero solo la fantasia per inventare dei giochi da fare con i propri figli. Per trascorrere il tempo in macchina puoi pensare a tanti giochi che sarebbe difficile poter fare stando fermi in un posto. Ad esempio i più piccoli possono imparare tanti termini nuovi, basta solo guardare fuori dal finestrino. Con i più grandi si può pensare ad una gara a chi individua più auto o moto di uno stesso colore oppure a chi compone più parole con le lettere della targa dell’auto che ci precede. In rete troverai tantissimi spunti che ti torneranno utili.

E se viaggi con un neonato?

Con i bambini più grandi è facile trovare qualche escamotage per trascorrere il viaggio in serenità, ma se tuo figlio o tua figlia è ancora un neonato le accortezze saranno diverse. Non tutti possono godere del fatto che il bambino si addormenti appena messa in moto l’auto e per questo voglio darti qualche altro consiglio per non arrivare a destinazione con i capelli bianchi.

Inizia con l’abituare il piccolo a stare seduto nel seggiolino. Prima stando seduto con lui in macchina e poi iniziando a fare qualche giro per vedere come si comporta. Cerca di farlo abituare a questa nuova situazione, così da non aver problemi in seguito.

Programma il viaggio in base ai ritmi del neonato. Approfitta degli orari in cui dorme, così sarà più tranquillo e starà sveglio solo parte del viaggio.

Per intrattenere il neonato puoi pensare a della musica o a dei giochini. Nelle settimane prima della partenza inizia a fargli ascoltare diverse canzoni per capire quali lo tranquillizzano e quali lo divertono. Crea poi un bel CD o metti tutto su una chiavetta per riascoltare la selezione di canzoni durante il viaggio. Puoi intrattenerlo anche con dei giochi. Puoi pensare di fissarli al seggiolino, allo schienale dei sedili anteriori e sul soffitto dell’auto. Procurati giochi con suoni e luci colorate.

 

Siamo arrivati al termine di questo articolo dedicato ai viaggi lunghi in macchina con i bambini. Ora non ti resta che provare a mettere in pratica i consigli che ti abbiamo dato e se al primo tentativo non funzionano, non demordere e provaci di nuovo. Vedrai che sarà tutta questione di abitudine.

Sono laureata in Economia del Turismo, lavoro nel turismo dal 2008 e ho ricoperto diversi ruoli. Nel 2012 ho fondato Le tue notizie di viaggio per aiutare i viaggiatori a spostarsi nel mondo in sicurezza e consapevolmente. Se vuoi saperne di più su di me clicca le icone qui sotto o visita il mio sito personale.

Guarda un po' qui...


Condividi con chi vuoi tu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *