Alitalia dice sì all’insulina

Trasporto Insulina Alitalia


È ancora più facile per i diabetici viaggiare con Alitalia: la compagnia aerea ha infatti attivato nuove e più semplici norme per rendere ancora più agevole il viaggio per coloro che soffrono di questo disturbo.

Ora infatti non sarà più necessario avere con sé il nullaosta al viaggio aereo a meno che non si sia stati ricoverati nei 30 giorni precedenti al volo, in questo caso si dovranno presentare delle documentazioni, opportunamente segnalate sul sito della compagnia.

Per superare i controlli di sicurezza in aeroporto sarà quindi sufficiente esibire il certificato in originale del medico curante, con data non anteriore a 30 giorni.

In caso di voli superiori alle 3 ore si potranno richiedere dei pasti speciali e, cosa ancora più importante, sarà possibile per il passeggero, portare con sé l’insulina (ed i dispositivi necessari per la somministrazione) nel bagaglio a mano in un quantitativo sufficiente per il viaggio di andata e ritorno e per l’intera permanenza in vacanza.

Anche le altre compagnie aeree cercano di facilitare al meglio la permanenza dei loro clienti diabetici durante il viaggio:

  • Etihad non richiede un nullaosta sanitario, il trasporto dell’insulina a bordo e pasti speciali che si possono richiede all’atto della prenotazione;
  • Swiss Air consente la presenza dell’insulina e di tutto ciò che occorre al malato, in quantità generose sia per il bagaglio a mano che per quello imbarcato;
  • Easyjet consiglia ai suoi passeggeri diabetici di portare con sé carboidrati extra nel bagaglio a mano, oltre ai medicinali e supporti medici;
  • la Ryanair richiede un certificato medico per giustificare la presenza dei medicinali che si intende portare con sé e ricorda che non si può smaltire gli stessi all’interno dell’aeromobile;
  • Lufthansa raccomanda ai passeggeri di informare la compagnia 48 ore prima della partenza dell’esigenza di pasti speciali.

Oltre alle diverse norme delle varie compagnie aeree, da consultare di volta in volta, è bene tener presenti alcune semplici raccomandazioni, come richiedere un pasto per diabetici prima della partenza, portare un certificato medico in inglese, che vi consenta di portare l’insulina a bordo con i propri dati anagrafici e le diverse indicazioni mediche.

Consultate perciò il vostro medico curante per ogni dubbio, informate la compagnia aerea di ogni vostra esigenza e buon viaggio!

Letizia Sclavi

Archeologia e viaggi sono le mie passioni innate, supportate dai libri, che ne sono il fondamentale nutrimento.

2 commenti

  1. […] Alitalia che dopo essersi rifatta il look, aver facilitato il trasporto d’insulina per i diabetici e inaugurato a giugno il volo diretto Roma – Città del Messico torna a far […]

  2. […] torna a far parlare di sè. Dopo aver permesso il trasporto di insulina a bordo e aver inaugurato il nuovo volo diretto Italia – Messico, la compagnia aerea introduce […]

Rispondi