Luoghi non turistici New York: High Line

I 10 luoghi meno conosciuti a New York

Una lista di luoghi non turistici per visitare New York con occhi diversi


Stai progettando di visitare New York, ma non ami i luoghi affollati e pieni di turisti?

Hai già visitato questa metropoli, vuoi tornare e cerchi un’idea per vedere cose nuove?

eDreams, il famoso portale di prenotazione alberghiera, ha realizzato una lista di luoghi non turistici che puoi trovare nella Grande Mela per organizzare una vacanza dal sapore originale.

Basta con la Statua della Libertà, l’Empire State Building o il Rockfeller center. Oggi scopriamo una metropoli diversa fatta di tanti altri aspetti da conoscere e rivalutare.

1) Immigration museum

Si trova ad Ellis Island, alla foce del fiume Hudson. È proprio qui che è situato il porto che ha accolto più di 12 milioni di aspiranti cittadini a stelle e strisce.

Il museo racconta, attraverso fotografie, dipinti, video e racconti orali, la storia di quegli immigrati i cui discendenti rappresentano più della metà della popolazione americana odierna.

Con lo stesso biglietto è possibile visitare la Statua della Libertà.

2) High Line

Hai presente Woody Allen che recita la prima battuta del film “Manhattan”? L’ambiente che si vede è la High Line abbandonata.

Era una linea ferroviaria sopraelevata costruita negli anni Trenta, caduta in disuso in meno di 30 anni e parzialmente demolita. Oggi è stata convertita in uno splendido parco pubblico.

Mezz’ora per percorrerla tutta a piedi, ma ti assicuro che impiegherai molto di più perché è impossibile non soffermarsi a guardare cosa ci sia sotto, sopra, a destra e a sinistra. Le circa 210 specie di piante, le panchine, la parte di pavimentazione dove corre l’acqua e nella quale è possibile immergere i piedi. Un luogo da scoprire passo dopo passo.

3) New York Public Library

Sei affascinato dalle biblioteche?

Non puoi certo farti mancare la visita a quello che è il più grande sistema bibliotecario pubblico in America, con ben 88 sedi e 4 centri accademici.

La sede centrale si trova sulla 5th Avenue in un edificio a quattro piani. Il pian terreno è completamente dedicato ai bambini ed ospita il peluche originale di Winnie The Pooh del 1921.

La biblioteca contiene ben oltre 52 milioni di volumi (tra cartacei, e-book e dvd) ed oggetti storici di inestimabile valore, come la lettera originale con cui Cristoforo Colombo annunciò la scoperta dell’America.

4) Franklin D. Roosevelt Four freedoms park

Si trova nella parte sud della Roosevelt Island e fu progettato dall’architetto Louis Kahn.

Rappresenta il memoriale al presidente americano Roosevelt, aperto tutti i giorni tranne il martedì dalle 9.00 alle 17.00. Il parco è aperto gratuitamente al pubblico, ma è possibile prenotare delle visite guidate per conoscere più da vicino la vita del presidente, l’opera dell’architetto, la storia della Roosevelt Island e molto altro.

5) Hispanic society of America

É un museo/biblioteca interamente dedicato alla cultura iberica e latino-americana. All’interno sono raccolti dipinti di Goya, Velasquez ed El Greco, nonché la prima edizione del Don Chisciotte della Mancia di Cervantes.

6) Apollo Theater

Se sei un amante della musica jazz non puoi assolutamente perderti l’Apollo Theater nel quartiere di Harlem. Il club musicale che ha lanciato artisti del calibro di Ella Fitzgerald, James Brown, The Jackson 5, Sarah Vaughan e Jimi Hendrix.

7) Audubon Center Boathouse

Il polmone verde di Brooklyn è sicuramente il Prospect park con i suoi 230 ettari di verde caratterizzato da una grandissima varietà ambientale ed animale.

All’interno del parco si trova la Boathouse, una storica autorimessa inserita nel registro nazionale degli edifici storici degli anni ’70.

8) Nathan’s Famous

Non serve dire altro, se non che è il locale di Coney Island che ha dato i natali al celebre “Hot Dog“. Decisamente non puoi farti mancare un pranzo o una cena qui.

9) Green Wood Cemetery

Sempre nei dintorni di Brooklyn, su di una collina, si trova il cimitero monumentale di New York. All’interno del cimitero riposano svariati personaggi tra i quali Samuel Morse, l’inventore del telegrafo. Le tombe più famose per la loro bellezza sono quelle di Amelia Merello e Adelida Volta.

10) Flushing Meadows Corona Park

É il secondo parco più grande della metropoli con i suoi 500 ettari. Fu costruito per l’esposizione universale del 1939 a partire da un terreno paludoso, noto come Corona ash Dumps e citato anche nel “Grande Gatsby”.

La principale attrazione scultorea è senz’altro l’Unisfera: un grande globo in acciaio rappresentante la Terra costruito nel 1964 per l’esposizione del ’64-’65.

 

Sicuramente ti sarà venuta una gran voglia di iniziare ad organizzare il tuo viaggio a New York, ma prima dai un’occhiata alle novità sull’ingresso negli Stati Uniti e ai documenti necessari.

Ilaria Di Giuseppe

Consulente scientifico-nutrizionale. Da sempre appassionata di scrittura e viaggi. Due frasi che mi rappresentano?

" Per aspera sic itur ad astra " [L.A. Seneca]
" Bisogna avere ancora un caos dentro di sé per partorire una stella danzante " [F. Nietzsche]

Rispondi