Quali sono le 10 cose assolutamente da fare in Abruzzo?

Cose da non perdere in Abruzzo

Parola di un’abruzzese


Ennio Flaiano del suo Abruzzo, scriveva:

Un’isola schiacciata tra un mare esemplare e due montagne che non è possibile ignorare, monumentali e libere: se ci pensi bene, il Gran Sasso e la Majella son le nostre basiliche, che si fronteggiano in un dialogo molto riuscito e complementare.

L’Abruzzo, balzato agli onori della cronaca negli ultimi anni per le varie tristi vicende che l’hanno colpito, è una regione dove l’ospitalità è ancora un valore sacro tra la gente, dove montagna e mare si guardano quasi a sfiorarsi, dove borghi e castelli hanno ispirato tanti artisti. A questo si aggiungono cibo ottimo e materie prime di altissima qualità, che renderanno il tuo soggiorno una esperienza indimenticabile.

L’Abruzzo è una meta adatta a chiunque. Infatti è stata consigliata da Patrizia come destinazione per un weekend coi bambini in Italia.

Oggi ho stilato per te una lista delle 10 cose da non perdere in Abruzzo assolutamente, perché non potrai perdertene nemmeno una se avrai occasione di visitare questa fantastica regione.

Costa dei Trabocchi - Abruzzo
Tra le 10 cose da non perdere in Abruzzo non poteva mancare la Costa dei Trabocchi

1) Visitare la Costa dei Trabocchi e cenare in un Trabocco

Si trova in provincia di Chieti e si estende da Ortona a San Salvo. È caratterizzata dalla presenza di numerose calette ed insenature, promontori e alte scogliere che la rendono simile alle coste oceaniche portoghesi.

La Costa dei Trabocchi prende il nome da un’antica costruzione marinara, chiamata appunto trabocco, una sorta di palafitta utilizzata per la pesca e che potrete incontrare lungo questo tratto di costa. Oggigiorno alcuni trabocchi sono stati convertiti in ristoranti, dove potrai assaporare squisite ricette di pesce (ne è un esempio il brodetto alla Vastese) prodotte con materie prime di qualità e a km0.

Rocca Calascio
Il panorama che si gode da Rocca Calascio è una delle cose da non perdere se vai in Abruzzo

2) Santo Stefano di Sessanio e Rocca Calascio

Ci spostiamo ora in provincia de L’Aquila, all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, per visitare il meraviglioso borgo di Santo Stefano di Sessanio interamente costruito in pietra calcarea bianca ingrigita col tempo. Guardando l’architettura di questo splendido gioiellino abruzzese si riconosce subito l’influenza medicea, non solo nello stemma posto sulla porta principale d’ingresso, ma anche nei loggiati, nelle finestre, nelle bifore e nei balconcini. Un borgo nel quale perdersi e scattare meravigliose fotografie.

A 5 chilometri di distanza da Santo Stefano c’è la splendida Rocca Calascio, fortificazione fatta risalire intorno all’anno 1000, situata su un crinale roccioso a 1460 metri e che fa di essa uno dei castelli più elevati d’Europa. È diventata famosa al pubblico soprattutto dopo il film del 1985 “Ladyhawk”, perché alcune scene sono state girate proprio qui. Dalla sommità potrai ammirare un panorama mozzafiato che va dalla valle del Tirino all’altopiano di Navelli. Lungo la strada che ti conduce al castello incontrerai la graziosissima chiesetta della Santa Maria della Pietà, costruita nel ‘500 come ringraziamento alla Vergine per aver sconfitto una pericolosa banda di briganti.

Gole del Sagittario Abruzzo
L’Abruzzo è ricco di panorami da ammirare, come le Gole del Sagittario

3) Gole del Sagittario

Quest’oasi del WWF si trova nel comune di Anversa degli Abruzzi (AQ) all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. È un canyon suggestivo scavato dalla millenaria azione delle acque del torrente Sagittario e che si merita un posto di tutto rispetto nella lista delle 10 cose da non perdere in Abruzzo.

Se sei amante del trekking ti consiglio il sentiero geologico, un percorso che ti porterà ad apprezzare interamente la bellezza naturalistica di questo posto. Davanti a te si apriranno scorci che hanno ispirato grandi artisti come D’Annunzio, Lear ed Escher. La flora, particolarmente ricca, è composta da faggi secolari, luppolo, salici, rari esemplari di rovere e dal fiordaliso del Sagittario. La fauna che vi abita comprende tutti i principali mammiferi del Parco (orso bruno marsicano, lupo, lince, cervo, capriolo), ad eccezione del camoscio, e numerose specie di uccelli, tra cui l’aquila reale e il falco pellegrino.

4) Eremo di San Bartolomeo in Legio

Uno degli eremi più incantevoli dell’Abruzzo si trova nel comune di Roccamorice (PE) a circa 610 metri sul livello del mare, nel Parco Nazionale della Majella. Sormontato da un tetto di roccia che forma una galleria, la quale immette nel camminamento che porta all’oratorio. Lungo il percorso potrai godere di un panorama immerso nel verde dei boschi circostanti dalla balconata. L’oratorio è quasi interamente incastonato nella roccia. Sopra l’altare cinquecentesco vi è una statua lignea del Santo.

5) Bosco di Sant’Antonio

Se sei alla ricerca di un bosco incantato come quello delle fiabe, allora non devi perdere il Bosco di Sant’Antonio. Si estende per 550 km nel comune di Pescocostanzo (AQ) e, grazie al divieto di tagliare alberi e ad una particolare tecnica di potatura detta “capitozzatura”, gli alberi raggiungono altezze monumentali. Tra le specie che vi crescono ci sono il faggio, il pero selvatico, l’acero, la quercia, il tasso e l’agrifoglio. Inoltre danno riparo ad animali come il gatto selvatico, il picchio dalmatino, la balia dal collare, il lupo e l’orso.

Vuoi sapere quali sono le altre 5 cose da non perdere in Abruzzo?

Ti aspettiamo la prossima settimana per rivelartele. Per riceverle in anteprima iscriviti alla nostra newsletter. Oltre a novità in anteprima, tante offerte e sconti selezionati da noi per te.

Da sempre appassionata di scrittura, viaggi e arte. Due frasi che mi rappresentano? " Per aspera sic itur ad astra " [L.A. Seneca] " Bisogna avere ancora un caos dentro di sé per partorire una stella danzante " [F. Nietzsche]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: