Luoghi da brivido nel mondo: America

Viaggi in luoghi da brivido nel mondo

Ultimo appuntamento con i luoghi più spaventosi nel mondo



Pensando ad Halloween vengono in mente le grandi feste organizzate negli Stati Uniti, dove adulti e bambini, vestiti con costumi che ricordano mostri e personaggi nefasti, vanno in giro chiedendo “Trick or treat?” (dolcetto o scherzetto?). In realtà la festa è di origine celtica ed è stata esportata negli Stati Uniti per mano degli immigrati provenienti dall’Inghilterra.

In occasione di Halloween è abitudine raccontare storie di paura che parlano di persone scomparse o situazioni macabre, di spiriti e fantasmi che aleggiano attorno a noi. Abbiamo pensato bene, quindi, di concludere questo nostro viaggio alla scoperta dei luoghi da brivido nel mondo proprio con l’America.

Nelle settimane precedenti abbiamo scoperto 5 luoghi da brivido in Italia e i luoghi da brivido nel mondo, o meglio in Asia e Oceania, Europa e Africa.

Sei pronto a conoscere le storie più inquietanti dei luoghi da brivido in America?

 

Las Vegas

 

Las Vegas non è solo una delle mete mondiali del divertimento. Alcuni dei suoi più famosi casinò risultano essere infestati.

Uno dei più celebri è l’Exalibur Hotel, una volta il più grande albergo del mondo. Già dall’inaugurazione nel 1990 molti ospiti hanno segnalato diversi episodi inquietanti, soprattutto al decimo piano, dove si verificano improvvisi sbalzi di temperatura, strane telefonate nella notte, l’allarme che suona, rumori provenienti dai televisori mentre sono spenti ed oggetti che si muovono da soli. Molti ospiti raccontano di esser stati seguiti e di aver udito sussurri nell’orecchio.

L’Excalibur Hotel non è il solo. Il Bally’s Las Vegas Hotel & Casino merita di essere annoverato tra i casinò più spaventosi della città del peccato. Aperto nel 1973, fu teatro nel 1980 di uno dei peggiori incendi di grattacieli della storia degli Stati Uniti. Vi perirono 85 persone, 700 rimasero ferite ed in seguito a questa catastrofe iniziarono a verificarsi strani eventi, come l’avvistamento di fantasmi sulle scale. Probabilmente questo è dovuto al fatto che molte delle persone morte a causa dell’incendio si trovavano proprio sulle scale.

Il personale ha riferito di aver visto luci che si spengono ed accendono da sole, rubinetti che si aprono e chiudono autonomamente, lenzuola che si stropicciano dopo averle cambiate e quando nessuno è presente, ombre misteriose negli armadi. Sembra addirittura che gruppi di fantasmi si spostino assieme nelle sale dell’hotel. Un croupier ha sostenuto di aver visto un tavolo pieno di giocatori, già scomparsi un secondo dopo; altri giocatori fantasmi sono stati invece avvistati mentre si divertivano alle slot.

Chicago

 

A Chicago si trova invece il cimitero più infestato del mondo!

È quello di Bachelor’s Grove, il più antico della contea e non più in uso dal 1965. Sono stati registrati finora più di 100 fenomeni paranormali. È fornito di un piccolo laghetto stagnante, è recintato su tutti i lati ed ha un piccolo cancello a sud, attraversato da un viottolo che lo percorre in tutta la sua lunghezza e che può essere percorso anche in macchina.

L’apice delle apparizioni si ebbe tra gli anni ’70 e ’80. Proprio nel 1971 una coppia riferì che, mentre attraversava in macchina il viottolo del cimitero, avvistò un secondo veicolo di colore rosso sopraggiungere nella loro direzione. L’auto rossa era di vecchio stile e procedeva a velocità sostenuta, ignorando il clacson suonato dalla vettura della coppia. Proprio poco prima che le due macchine rischiassero la collisione, la donna notò che alla guida non c’era nessuno e l’impatto non avvenne perché il veicolo fantasma attraversò la macchina della coppia scomparendo nel nulla. Molti hanno affermato di aver avvistato lo stesso veicolo rosso correre lungo la stradina, per poi sparire nel nulla.

Luoghi da brivido nel mondo: Bachelor's Grove
Le tombe del Bachelor’s Grove Cemetery a Chicago

Il lago sembra, invece, che fosse uno dei luoghi preferiti dai mafiosi negli anni ’20 e ’30 per occultare le loro vittime. Molti testimoni hanno riferito di aver visto figure sedute sulla riva del lago, che scomparivano nello specchio d’acqua non appena ci si avvicinava a loro; mentre altri hanno addirittura avvistato fantasmi recarsi nel lago per cercare di estrarre le loro lapidi dall’acqua, inutilmente.

Infine può capitarti di incontrare un contadino con il suo cavallo, caduto da quest’ultimo ed annegato nel lago, la figura di un monaco che si dice cerchi la tomba di una sua figlia illegittima, uomini a due teste ed addirittura un’intera casa colonica che si allontana e scompare mano a mano che ci si avvicina.

Newport

 

È una delle città più antiche degli Stati Uniti ed ha molti edifici caratteristici, tra cui il castello di Belcourt. L’edificio fu edificato da Oliver Hazard Perry, un ricco politico, nel 1894. Dopo la sua costruzione impiegò la sua vita a girare il mondo per cercare manufatti per decorarlo (statue greche, dipinti, maschere africane, una mummia…). Subito dopo aver raggiunto l’obbiettivo scoprì che l’edificio era infestato, forse a causa di un’armatura del 15° secolo, appartenuta ad un cavaliere morto in battaglia.

Sono presenti molti oggetti infestati nell’enorme casa, ma i più famosi sono due sedie in stile gotico appartenute a due cavalieri che sembra ancora le considerino di loro proprietà. Chi ha tentato di sedervisi sopra ha raccontato di aver sentito improvvisamente freddo, provato nausea e scomodità, come se fossero seduti sopra qualcuno. Le loro mani sono state colpite da fitte simili a scosse elettriche e alcuni sono stati addirittura scaraventati a terra dalle sedie stesse!

Per i coraggiosi desiderosi di sperimentare queste sensazioni, il castello organizza appositi tour, anche serali.

Xochimilco

 

Non poteva mancare il Messico, patria della celeberrima festa del Dia de los muertos.

Nel paese si trova la famosa isola delle bambole, o Isla de las Munecas, a Xochimilco, nel cuore dell’antica terra azteca. Secondo una leggenda locale, nel 1950, un uomo di nome Don Julian Santana Barrera, aveva deciso di stabilirsi nell’isola per condurre una vita separata e pacifica, ma poco tempo dopo il suo arrivo avrebbe incontrato lo spirito di una bambina annegata in un canale mentre giocava con alcuni amici. Così, per placare la sua ira, l’uomo avrebbe riempito l’isola di bambole, appendendole ad ogni albero che trovava. Nel 2001 Don Julian aveva detto ai familiari di aver paura che la bambina volesse annegarlo: il giorno dopo fu trovato a faccia in giù nell’acqua, nello stesso punto in cui sarebbe annegata la piccola.

In realtà sembra che le bambole servano per esorcizzare alcuni spiriti maligni che vagherebbero sul canale. I locali sostengono, infatti, che le bambole si carichino dell’energia della bambina e di altri spiriti che abitano l’isola e molti di quelli che sono passati nell’isola di notte affermano di aver visto le bambole prendere vita, muoversi e parlare.

Per questo motivo, le guide turistiche invitano i turisti che sbarcano sul piccolo lembo di terra a portare una bambola con sé e a lasciarla sull’isola, altrimenti gli spiriti che infestano Isla de las Munecas non lasceranno mai andare via l’incauto viaggiatore.

Lima

 

Terminiamo con la casa più infestata del mondo! Si trova a Lima, in Perù ed è conosciuta come la casa Matusita.

Ubicata in una zona in cui si dice vi fosse un tempio, utilizzata come tenuta di campagna, venne in seguito inglobata nella città di Lima con l’ampliamento delle mura cittadine. Il suo nome deriva da quello di un suo ex proprietario, il giapponese Matsushita, poi storpiato dai locali in Matusita. Attualmente la casa è divisa in due piani: al piano terra c’è una banca, mentre il secondo piano è disabitato ed è qui che si sono manifestati i fenomeni che hanno reso celebre l’edificio.

Sembra che parecchio tempo fa la piazza antistante la casa fosse utilizzata dall’Inquisizione e che la casa sia stata maledetta da una strega condannata a morte. Le vicende più inquietanti, però, pare siano legate ai vecchi proprietari della casa succedutisi negli anni.

Si dice che un antico proprietario fosse davvero crudele con la sua servitù. In occasione di un ricevimento, i servi, stanchi di lui, misero degli allucinogeni nel cibo e al loro ritorno trovarono uno scenario da incubo: gli invitati, sotto l’effetto delle sostanze, si erano massacrati a vicenda con sangue ovunque, membra staccate e corpi martoriati. I servi arrestati dalla polizia furono rinchiusi in un ospedale psichiatrico.

Messico Isola delle bambole
L’isola delle bambole a Xochimilco in Messico

Successivamente la casa venne acquistata da un uomo benestante di origine giapponese, che visse nell’abitazione per alcuni anni assieme alla moglie. Un giorno l’uomo sorprese la moglie con il suo amante e li uccise entrambi con una spada. Non contento tolse la vita a suo figlio e infine si suicidò

Tempo dopo la casa passò in mano al celebre Matsushita, che disse di aver avvistato il fantasma di un monaco fluttuare nell’aria. Storia verosimile visto che un tempo in quell’area c’era un convento francescano. Il monaco sarebbe stato un giovane innamorato costretto a prendere i voti, che si sarebbe gettato da una scogliera. Secondo un’altra leggenda, invece, il signor Matsushita avrebbe avvistato la figura di un uomo che impugnava una spada e che, terrorizzato, abbia abbandonato di corsa la sua casa giurando di non mettervi più piede, lasciandola così vuota. Sembra anche che un prete esorcista sia stato inviato dal Vaticano a liberare la casa degli spiriti e che dopo poco sia stato trovato morto suicida, mentre i pochi coraggiosi che hanno avuto il fegato di varcare la soglia hanno raccontato di aver assistito nuovamente al massacro avvenuto durante il banchetto.

E tu avresti il coraggio di varcare quella soglia?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: